Hella Super Girl

hela-super-girl

“Hella Super Girl” è uno dei cartoni animati giapponesi più famosi di sempre e la sua fama è dovuta al fatto che la protagonista è considerabile come la prima eroina nella storia del mondo dell’animazione del Sol Levante. Inoltre, un altro motivo per cui questa serie animata è molto famosa in tutto il mondo e molto amata dagli appassionati di “anime”, è il fatto che è stata la serie che ha aperto la strada all’idea di affiancare il personaggio principale al centro delle avventure narrate da un personaggio di tipo antropomorfo, che rappresenta in un certo senso il suo compagno di viaggio e consigliere. Con questa idea, una vera e propria rivoluzione per l’epoca, “Hella Super Girl” ha fatto da apripista a una di quelli che col tempo si sarebbe affermato come uno dei tratti peculiari delle serie rientranti nel genere “maho shojo”.
La protagonista di questa serie animata è Hella, la quale ha tutte le fattezze di una bambina come tante di quelle che frequentano le scuole elementari. In realtà lei è l’ultima discendente ancora in vita di Sarutobi, un ninja il cui nome è avvolto nella leggenda. Questa discendenza sta alla base dei suoi poteri fisici fuori dal comune e delle sue capacità extrasensoriali, tra cui vi è quella di saper comunicare con gli animali ,l’ipnosi e la telepatia. Tuttavia, pur essendo così speciale è comunque una ragazzina e come tale si ritrova a vivere le problematiche proprie dei suoi coetanei e a crescere giorno per giorno. Le avventure della piccola Hella iniziano con la perdita della memoria: dopo questo evento va a vivere con due anziani e fa amicizia con Miko. Insieme a lei e ai suoi amici, umani e non, si ritroverà coinvolta in tante avventure dove i suoi superpoteri saranno spesso assai utili.

Breve scheda tecnica

Questo cartone animato, trasmesso per la prima volta nel Sol Levante nel 1971, è composto da 26 episodi e trae ispirazione da un manga ideato da Shotaro Ishinomori Okashina Okashina Anoko, pubblicato tra il 1969 e il 1971. In Italia è stata mandata per la prima volta in onda nel 1982, da Rete 4: successivamente è stata più volte replicata su diversi emittenti locali.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *