Hello Spank

hello spank

“Hello! Spank” è un cartone animato giapponese trasposizione di un manga recante l’omonimo titolo e che fu pubblicato per la prima volta tra il 1978 e il 1981. L’anno in cui la trasposizione del manga fu mandata in onda sulla tv nipponica fu proprio il 1981 e nel 1982 venne prodotto un film d’animazione per il mercato “homevideo”, dal titolo “Le pene d’amore di Spank”.

Aiko Morimura è una quattordicenne che va a vivere in una città di mare dopo che la madre si deve assentare per qualche mese a causa del suo lavoro, che l’ha portata a Parigi. Del padre, che si dice sia scomparso in mare durante una tempesta, non si hanno tracce. Una volta arrivata in città, Aiko deve fare i conti con un altro lutto, visto che perde Papy, la sua cagnetta. Per lenire il suo dolore, il vecchio del paese le chiede di prendersi cura di Spank, un cucciolo di cane bianco che ha delle particolari orecchie nere e il cui padrone aveva subito lo stesso destino del padre di Aiko, scomparendo in mare. La giovane non è convinta nel prendersi cura di Spank, ma alla fine vi si affezionerà. Il cane intreccerà rapporti d’amicizia con altri animali, tra cui Torakiki e Micia: il primo è un gatto che porta una cravatta di colore rosso, mentre la seconda è una bella siamese dai modi un po’altezzosi e la cui padrona è una compagna di classe di Aiko. Dopo vicende divertenti e malinconiche, la madre torna dal suo viaggio di lavoro e decide di tornare a Tokyo con la figlia. Le svela che il padre, dato per scomparso, è morto in mare e Aiko scappa di casa, disperata. Alla fine si ricongiungerà alla madre e insieme a Spank la seguirà a Tokyo.

Breve scheda tecnica

La serie si compone di 69 episodi ed è andato in onda in Giappone per la prima volta nel 1981. La prima trasmissione sulla televisione italiana è avvenuta nel 1982, su Italia Uno. La versione tedesca è l’unica dove Spank e gli altri animali non hanno il dono della parola, ma emettono i suoni propri delle rispettive specie, proprio come nella versione originale.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *