Ken il Guerriero e la leggenda di Hokuto

kenshiro

Ken il Guerriero (in originale Hokuto no Ken) è un cartone animato giapponese andato in onda in patria tra il 1984 e il 1988 e composta da due serie rispettivamente di 109 e 43 episodi. La serie era tratta dall’omonimo manga di Tetsuo Hara e Buronson.

La serie animata è ambientata negli anni Novanta del Ventesimo secolo, in un mondo che è stato però devastato da una terribile guerra nucleare. I pochi sopravvissuti rimasti sulla faccia Terra sono così costretti a combattere quotidianamente per conquistare le scarse scorte rimaste di acqua, cibo e altri beni primari. In questo clima di caos, il mondo è preda dei prepotenti, ma per fortuna ci sono ancora alcuni paladini disposti a sacrificarsi per difendere i deboli. Tra questi, Kenshiro, noto come l’uomo dalle sette stelle a causa delle cicatrici lasciate sul suo petto dal rivale in amore Shun, che formano la costellazione dell’Orsa Maggiore.

Ken è un esperto di arti marziali della sacra scuola di Hokuto, che si ritrova a vagare per il mondo prima per salvare la sua amata Julia dalle mani di Shun e poi per sgominare la orde del suo potente fratellastro Raoul. Al suo fianco, nel corso della serie, si schierano due giovani ragazzi costretti a vivere di espedienti come Bart e Lynn e altri potenti guerrieri come Toki (fratello di Ken e Raoul) e Rei e Shu, entrambi membri della sacra scuola di Nanto. Nella secoda serie, invece, ambientata alcuni anni dopo il finale della prima, Ken si reca sull’Isola dei Demoni per affrontare il malvagio fratello maggiore Kaio.

In Italia Ken il Guerriero fu trasmesso per la prima volta a partire dall’ottobre 1987, con una celebre sigla scritta da Lucio Macchiarella e Claudio Maioli e cantata da quest’ultimo con lo pseudonimo di Spectra. Per la seconda serie, invece, le tv italiane optarono per riutilizzare le sigle giapponesi.

 

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *