La banda dei Ranocchi

la-banda-dei-ranocchi

La Banda dei Ranocchi è una serie anime che narra la storia dell’amicizia tra Demetan e Ranatan, due ranocchi che vivono nello stesso stagno.
Demetan è un giovane ranocchio figlio di un giocattolaio. La sua famiglia è considerata povera e per questo lui non ha amici e viene spesso emarginato e deriso dagli abitanti dello stagno.
A volte deve subire anche soprusi e prepotenze, vittima di azioni di bullismo dovute al fatto che la sua condizione sociale sia considerata non degna di rispetto.
Un giorno Amataro, padre di Demetan, regala un flauto al figlio e lui lo suona spesso, appartato e solo, finchè un giorno conosce Ranatan, giovane e gentile ranocchietta figlia del Governatore dello stagno. Ranatan ama la musica e la compagnia di Demetan e con lui vivrà molte avventure.
La ranocchietta Ranatan è di ceto superiore a Demetan e il padre di lei farà di tutto per ostacolare l’amicizia nata tra di loro.
I due, comunque, si frequentano e tra loro nasce un sentimento di amicizia e poi di amore che riuscirà a trionfare su tutte le difficoltà, anche sugli ostacoli messi dal padre di Ranatan totalmente in disaccordo con la frequentazione della figlia.
Nel complesso la storia e le avventure narrate nella serie “la Banda dello Ranocchi” hanno spesso dei risvolti molto tristi anche se, alla fine della serie, la giustizia trionferà.

Scheda tecnica

La Banda dei Ranocchi nasce in Giappone nel 1973.
Trasmessa in Italia dal 1982 su TV locali.
Produttore : Tatsunoko Production
Puntate totali di tutta la serie: 39
Colonna sonora: scritta nel 1980 da Mitzi Amoroso e Corrado Castellari
Incisa da: “le mele verdi”
Interpretata da: Stefania Bruno e Paolo Peroni, ha un sottofondo di rane che gracidano.

Principali personaggi:

Demetan: ranocchio povero ed emarginato.
Ranatan: ranocchietta gentile figlia del Governatore dello stagno.
Amataro: padre di Demetan e suo consigliere.
Ibokichi: ranocchio un po’ bullo che non sopporta Demetan e lo sottopone a molte prepotenze.
Zari: astice che spia Demetan e Ranatan per conto del Governatore dello stagno.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *