Mago Pancione

mago-pancione

Il Mago Pancione Etcì è un anime che racconta le avventure di un genio, Etcì appunto, che vive in un vaso. A trovarlo è un bambino delle elementari, Kanchan, la cui vita è segnata da cattivi risultati scolastici, sfortuna con le ragazze e da una famiglia che lo considera un autentico disastro. Ogni volta che Kanchan starnutisce, il genio esce dalla lampada e ha l’obbligo di eseguire un suo desiderio.

Il problema di Kanchan è che questo mago, oltre ad essere un buffo essere a forma di pera e ghiotto di polpette, è un pasticcione patentato. Questo trasforma i suoi tentativi di esaudire i desideri di Kanchan in maldestre situazioni con risvolti comici, soprattutto quando il bambino chiede il suo aiuto per tentare di conquistare una compagna di scuola di cui è innamorato.

Etcì non vive da solo dentro il vaso, bensì in compagnia di moglie e figlia, che possono essere evocate con il singhiozzo o con uno sbadiglio. Lungi dall’essere di aiuto al mago pasticcione, la famiglia si rivela spesso un ostacolo. Soprattutto la figlia sembra provare un discreto piacere nello scombinare i piani del padre e di Kanchan.
La serie è composta da 52 puntate, ognuna composta da due episodi distinti tra di loro. In Giappone è stata trasmessa tra il 1969 e il 1970. Il debutto in Italia è arrivato molti anni dopo, nel 1983, su diverse reti locali.

Il Mago Pancione è un cartone animato con una morale. Attraverso i numerosi fallimenti del mago nel soddisfare i desideri di Kanchan, infatti, viene trasmesso il messaggio che le cose belle della vita non si possono ottenere facilmente. In tutti gli episodi, infatti, l’obbiettivo viene raggiunto grazie all’impegno e alla buona volontà.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *