Sam il ragazzo del West

sem il ragazzo del west

Nel vecchio West vive Isamu, detto Sam, un giovane ragazzo che per una serie di vicissitudini si ritrova ad essere cresciuto da una banda di fuorilegge. Questa esperienza, per quanto negativa, lo rende molto abile con le armi da fuoco e in grado di cavarsela nel duro mondo della frontiera. Il padre, scomparso quando lui era ancora bambino, era un uomo giapponese, la madre, invece, una pellerossa. Questa particolare storia famigliare non rende facile la vita di Sam e lo fa oggetto di derisione e discriminazione razziale.

La sua vita cambia quando, diventato adolescente, la banda che lo ha cresciuto lo sottopone ad un rito di passaggio che consiste nel rapinare una banca. Egli si rifiuta, disarma i criminali e, assieme all’amico Big Stone, fugge per condurre una vita onesta e per cercare di ritrovare il padre.
La serie animata è stata realizzata in Giappone. I 52 episodi di 24 minuti che la compongono sono andati in onda dall’aprile del 1973 al marzo del 1974. Arrivata in Italia nel 1982, la serie è stata trasmessa da Rete Quattro.

Una delle peculiarità di questa serie è che è stata un incubatore di grandi talenti. Il team che realizzò questo anime, infatti, contava alcune persone che sarebbero diventate personaggi molto rappresentativi dell’animazione giapponese. Il character design era curato da Shingo Araki, che in seguito avrebbe lavorato in Lady Oscar e ne I Cavalieri dello Zodiaco. Il curatore dell’animazione, invece, era Hayao Miyazaki, che in seguito sarebbe divenuto regista di opere di animazione di fama mondiale come La Principessa Mononoke e Il castello errante di Howl.

La sigla della edizione italiana è stata realizzata e cantata da Nico Fidenco.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *