Zagor

Zagor

Zagor è un personaggio inventato da Sergio Bonelli nel 1961 con matite di Gallieno Ferri, che rimane uno dei disegnatori principali nonostante l’ allargamento del parco autori nel tempo. Edito inizialmente nel formato a striscia, nel 1965 Zagor venne raccolto e ripubblicato nella collana Zenith Gigante, e successivamente realizzato direttamente in formato regolare. Il fumetto è completamente in bianco e nero, ad eccezione dei numeri 84, 155 e tutti i multipli di 100 come è usanza della Bonelli.
Attualmente è in corso la quinta ristampa della serie, a colori e distribuita con La Repubblica e L’ Espresso.

L’ ambientazione del fumetto è una regione di frontiera immaginaria, in un tempo imprecisato che si può dedurre essere nel secondo ventennio dell’ ‘800. Un’ ambientazione quindi western,ma contraddistinta da una forte presenza del fantastico e del soprannaturale negli spunti e nei personaggi come demoni, extraterrestri, stregoni voodoo o maghi celtici.

Zagor è un personaggio presentato come indiscutibilmente positivo, pronto a schierarsi con gli innocenti e con i più deboli qualsiasi sia la loro razza, senza esitazioni o pregiudizi. Chiamato dagli indiani Za-gor-te-nay, lo Spirito con la Scure, utilizza sia quest’ arma sia una pistola, arma classica dei bianchi – unite,simbolo della sua imparzialità e appartenenza a due mondi. Figlio di un ufficiale dell’ esercito ucciso dagli indiani, infatti, aveva giurato vendetta per la morte dei suoi genitori arrivando però a scoprire il passato del padre, massacratore di indiani innocenti, e capendo così che bene e male non sono mai da una parte sola.

Inseparabile compagno di Zagor è il pavido e grassoccio messicano Cico, ingenuo e perennemente affamato, alle cui gesta comiche sono stati dedicati per alcuni anni albi fuori serie disegnati da Gallieno Ferri prima e da Francesco Gamba poi.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *