Candy Candy

Candy-Candy

“Candy Candy”, come molte serie animate nipponiche è la trasposizione di un manga. Nello specifico è la versione televisiva di quei manga conosciuti con il nome di “shojo” e che si caratterizzano per essere scritti e studiati per un pubblico di tipo femminile.

La storia raccontata nel manga e nella sua trasposizione televisiva è ambientata all’inizio del secolo scorso e inizia con l’arrivo in un orfanotrofio gestito da delle religiose di due piccole orfane. I loro nomi sono Candy e Annie. Quest’ultima viene adottata da una ricca famiglia e questo cambiamento sconvolge Candy. Un giorno,mentre si trova su una collina incontra un giovane, che cercherà di sollevarle il morale cantandole una canzone. Questo giovane poi sparirà ma le lascerà inavvertitamente una spilla dalla particolare forma. Candy viene quindi adottata da una ricca famiglia, dove però si ritroverà a fare praticamente la cameriera e alla mercè dei suoi due fratellastri.

Candy entra quindi in contatto con una ricca famiglia, amica di quella che l’ha adottata: il destino vuole che uno dei rampolli sia proprio il ragazzo conosciuto anni prima sulla collina. Il suo nome è Anthony. Tra loro nasce un legame molto forte, ma proprio quando sembra che Candy possa essere adottata dagli Andrew, la famiglia a cui appartiene il ragazzo, quest’ultimo perde la vita in un incidente. Candy torna quindi nell’orfanotrofio dove era entrata da bambina e nel corso degli anni, oltre a vivere diversi momenti difficili, farà l’infermiera in un ospedale della città di Chicago. Ala fine tornerà nel paese in cui è nata e incontrerà Albert, un giovane che le riserverà una sorpresa del tutto inaspettata.

Breve scheda tecnica

La serie animata, trasmessa per la prima volta nel Sol Levante nel 1976, si compone di 115 episodi. La prima messa in onda nel nostro paese è invece avvenuta nel 1980.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *